I boy scout

GLI   SCOUT   A   STRADA

In occasione del centenario di fondazione degli Scout, la nostra comunità ha invitato il gruppo Scout Casentino per una festa in Parrocchia; tale esperienza ha fatto tornare in mente, in particolar modo ad Agostino Fabbri, una storia che, forse da molti dimenticata, ha riguardato il nostro paese da vicino e lo ha rappresentato, più di tutto, per oltre un secolo: il collegio dei Gesuiti prima e dei Salesiani dopo. Molto ci sarebbe da dire e da raccontare e forse un giorno lo faremo su questo giornale. Oggi ci soffermiamo su una delle loro tante iniziative: quella di promuovere la nascita di un gruppo scout, formazione da poco nata in Inghilterra e presto fatta propria dai cattolici per la formazione dei ragazzi.

Negli anni trenta i gesuiti facevano nascere il gruppo degli esploratori, con una foto che riportiamo qui a lato, scattata nel campo allestito in quella che ora è l’area ricreativa del circolo. Dopo la guerra il gruppo riprende forza sotto la promozione dei Salesiani che danno una sede, al collegio, al gruppo scout di Strada. Questa fase è viva nei ricordi di alcuni anziani che vi hanno partecipato e grazie ai quali abbiamo ricostruito questa storia.

              

Nella foto è visibile l’affresco di san Giorgio con i vari simboli Scout, ancora presente in quella stanza del collegio che fu la sede scout. Affresco che ricorda a molti, come Giorgio Paggetti, l’affetto che avevano per i salesiani, quando portavano i colori per affrescare la loro sede. Speriamo che questa grande tradizione del passato si possa riaffermare di nuovo per i nostri ragazzi.

 

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *